Tatuaggi romani: tutte le simbologie ed alcune foto per scegliere il tuo prossimo tattoo

Foto dell'autore

By Antonio Pisaniello

Curiosità

Ad oggi, molte persone amano farse dei tatuaggi che richiamano la cultura romana. Che siano semplici numeri, frasi storiche o disegni raffiguranti monumenti storici (es. Colosseo), i tatuaggi di questo tipo sono sempre più ricorrenti, oltre che caratteristici.

All’interno della grandissima gamma di simboli riguardanti Roma, si possono trovare quelli risalenti al periodo in cui la città ha raggiunto il suo massimo splendore storico. L’antica Roma con i suoi gladiatori, il Colosseo, le tigri del Circo Massimo e le imponenti statue, sono una fonte di ispirazione per i tatuaggi. Parecchie sono le citazioni che afferiscono alla lingua latina e molte altre sono le rappresentazioni che raffigurano la Lupa Capitolina e i gemelli Romolo e Remo. La scritta “SPQR” (Senatus Popolus Que Tusculanus) rimane un punto di riferimento, anche e soprattutto in tale ambito.

SPQR Roma
SPQR Roma – @warriorsandladiestattoo

All’inizio dell’epoca greca e romana, il tatuaggio era principalmente associato ai barbari. I greci appresero questa pratica dai persiani e iniziarono a utilizzarla per marchiare gli schiavi e i criminali, al fine di identificarli in caso di fuga. I romani, a loro volta, adottarono il tatuaggio dai greci e, quando l’esercito romano era costituito principalmente da mercenari, venivano anche tatuati per poter riconoscere i disertori. Molti autori greci e romani ritenevano il tatuaggio come una forma di punizione. Platone, invece, sosteneva che coloro che si macchiavano di sacrilegio dovessero essere tatuati e banditi dalla Repubblica.

I romani non consideravano i tatuaggi solo un segno di vergogna, ma diventò comune anche per i soldati e i fabbri farsi tatuaggi. Questo potrebbe essere dovuto al fatto che molte delle tribù incontrate dalle legioni romane vedevano i tatuaggi come motivo di orgoglio. Tra queste tribù, vi erano i Traci, gli Sciti, i Daci, i Celti e gli inglesi, che mostravano tutti con orgoglio i propri tatuaggi. Alcune di queste tribù furono infine incorporate nelle legioni romane, il che sicuramente contribuì a renderli più diffusi all’interno dell’esercito romano.

Numeri romani di grandi dimensioni
Numeri romani di grandi dimensioni-@superkai_chan

Tatuaggi romani: alcune illustrazioni ed idee

Durante la vita, ci sono molti numeri che prendono un significato particolare. Sia che rappresentino il giorno in cui tuo figlio è nato, un anniversario o il numero civico della tua infanzia, un tatuaggio con numeri romani è il modo perfetto per aggiungere un tocco di raffinatezza al tuo disegno numerologico. Quando parliamo di questi tatuaggi molto personali, il significato dietro l’inchiostro ha solitamente più importanza della sua posizione, rendendo possibile collocare il tatuaggio in qualsiasi parte del corpo. Dal posizionare un numero sulle dita fino ad avere il coraggio di mettere una data importante sul petto, è difficile trovare un punto in cui questa idea del tatuaggio non funzioni.

Numeri romani sulle gambe di un ragazzo
Numeri romani sulle gambe di un ragazzo- @carmartattooink

Molte persone scelgono di utilizzare l’inchiostro per commemorare un evento così significativo come il giorno in cui siamo nati, ed è comprensibile perché sia così importante. I tatuaggi di compleanno con numeri romani, che possono essere una semplice serie di numeri o un disegno più elaborato che incorpora cifre, rappresentano il modo perfetto per dimostrare a una persona speciale che il suo giorno di nascita sarà sempre ricordato da te.

Esistono diversi modi popolari per utilizzare questi numeri di classe, tra cui la scelta di tatuaggi con date e numeri romani per commemorare momenti importanti della vita. Dall’opzione di un design semplice con inchiostro nero audace, a un’opzione più stilizzata con colori e elementi di design unici, ci sono sicuramente dei tatuaggi con numeri romani che rispecchieranno il tuo stile.

Numeri romani tatuaggio con rosa rossa
Numeri romani tatuaggio con rosa rossa- @latininkmodena

Da secoli, gli orologiai hanno utilizzato numeri romani sui quadranti dei loro orologi, pertanto è comprensibile che i tatuaggi con numeri romani siano una scelta molto diffusa per i design che si ispirano al concetto del tempo. Oltre all’aspetto visivamente affascinante di tali tatuaggi, il significato più profondo della posizione delle lancette sull’orologio può conferire un senso di personalizzazione e significato ancora più profondo al design. Così come i numeri che aumentano di dimensione, la loro rappresentazione attraverso il sistema di conteggio romano diventa sempre più complessa. Pertanto, anche se il numero 3 è uno dei simboli più semplici, ciò non significa che i tatuaggi con il numero romano 3 siano noiosi. Sfruttando al massimo la propria creatività, questi tatuaggi possono diventare straordinariamente coinvolgenti e commemorativi.

Alcune idee in stile romano che potrebbero ispirare un nuovo tatuaggio per te

Molte persone scelgono di commemorare importanti eventi della loro vita con i tatuaggi di compleanno che riportano i numeri romani. Questo perché è difficile trovare una data più importante del giorno in cui siamo entrati nel mondo. Che si tratti di una semplice sequenza di numeri in inchiostro nero o di un disegno più complesso che incorpora i numeri, i tatuaggi di compleanno con numeri romani sono un modo perfetto per mostrare a una persona cara che non dimenticheremo mai il suo giorno di nascita.

Numeri romani con il piede di un bambino
Numeri romani con il piede di un bambino- @kalutattoo_studio

Nel sistema di conteggio romano, un numero che viene posto dopo un numero di valore maggiore aumenta il totale, mentre un numero più piccolo che viene posto prima di un numero maggiore sottrae dal totale. Pertanto, ad esempio, VI rappresenta il numero 6 e IV rappresenta il numero 4. È importante ricordare questa regola quando si sceglie di farsi un tatuaggio con un numero romano, come il 4, altrimenti l’inchiostro potrebbe trasformarsi in un errore permanente. Anche se può sembrare un semplice “V”, i tatuaggi con il numero romano 5 possono essere comunque pezzi interessanti. Infatti, è proprio la semplicità di questa forma che conferisce una certa eleganza sobria a questi tatuaggi.

I tatuaggi con numeri romani non devono necessariamente essere grandi e audaci per esprimere un punto. A volte, anche una piccola quantità può essere sufficiente, specialmente quando si tratta di tatuaggi con numeri romani di dimensioni ridotte. Dopotutto, quando si scelgono questi piccoli disegni di tatuaggi, il significato che si cela dietro il pezzo è importante quasi quanto l’inchiostro stesso. Il numero 13 è un numero assolutamente unico. Amato e diffamato allo stesso tempo, è un numero che è stato a lungo evidente nella storia. Se sei mai stato in un vecchio edificio che salta dal 12° al 14° piano, avrai visto di persona l’assenza del 13° piano.

Numeri romani sulla mano
Numeri romani sulla mano-@anaantunes.tattoo

Un elemento di design classico nei tatuaggi, che risale a decenni fa, è la rosa. I tatuaggi con rose sono un’aggiunta eccellente a qualsiasi pezzo. Sia che siano realizzati in elegante nero e grigio o nei vibranti colori dello stile tradizionale americano, i tatuaggi con numeri romani utilizzano perfettamente questo fiore distintivo. Per chiunque la fede giochi un ruolo importante nella sua vita, il simbolo supremo del sacrificio di Cristo, la croce, è comprensibilmente un disegno di tatuaggio popolare. Aggiungendo una data significativa a una croce, i tatuaggi di croci con numeri romani diventano un inchiostro permanente ancora più potente e profondamente personale.

Le piume sono diventate disegni di tatuaggi sempre più popolari grazie alla loro versatilità nel poter essere incorporate in vari tipi di tatuaggi. Lo stesso vale per i tatuaggi con piume e numeri romani. Che si tratti di una delicata piuma nera e grigia o di una vivace piuma di pavone, aggiungere una data è il modo perfetto per aggiungere un altro livello di significato a questi disegni.

Tatuaggi ispirati alla tradizione romana sulla parte superiore del corpo

Il braccio, ampio e ricco di linee naturali che possono creare pezzi dinamici e accattivanti, è da sempre una tela molto popolare per la body art permanente. In mano a un artista talentuoso, questa zona offre infinite possibilità di espressione creativa. Il bicipite, in particolare, è una zona molto gettonata e per buone ragioni. È facilmente visibile e sufficientemente grande da consentire la realizzazione di disegni audaci e di grandi dimensioni. I tatuaggi con numeri romani per bicipiti rappresentano quindi un ottimo modo per mostrare cifre che hanno un significato importante nella propria vita.

Data di nascita in numeri romani
Data di nascita in numeri romani – @screaming4tattoos_

I tatuaggi sul collo con numeri romani possono essere una scelta adatta solo per i coraggiosi, poiché qualsiasi inchiostro sopra il colletto verrà sicuramente notato. Tuttavia, per coloro il cui stile è audace tanto quanto la decisione di posizionare il tatuaggio, i numeri romani sul collo possono rappresentare il modo ideale per esibire al mondo i numeri più importanti per loro. Il petto, una delle aree corporee più ampie, è ideale per creare disegni audaci e di grandi dimensioni che richiedono spazio per esprimersi. Tuttavia, collocare un tatuaggio direttamente sopra il cuore conferisce un ulteriore livello di significato, rendendo i tatuaggi con numeri romani sul petto tanto potenti dal punto di vista emozionale quanto esteticamente sorprendenti.

Le linee naturali della spalla fanno sì che questa posizione sia popolare da molti anni, rendendola adatta a vari stili e approcci. Inoltre, il fatto che sia posizionato in alto sul corpo lo rende facile da coprire in contesti professionali ma anche da mostrare in palestra, rendendo i tatuaggi con numeri romani sulle spalle una scelta eccellente per tutti.

I Romani e la simbologia dei tatuaggi: significati e spiegazioni

Nei documenti romani si evidenzia il modo in cui il tatuaggio veniva praticato in altre culture, ma soprattutto come i romani lo considerassero una caratteristica barbara. Pertanto, per un romano era considerato inappropriato farsi tatuaggi. Di conseguenza, i tatuaggi venivano in particolar modo utilizzati dai romani per indicare schiavi e criminali condannati.

Numeri romani su entrambe le braccia di un uomo
Numeri romani su entrambe le braccia di un uomo- @firenzeinktattoo

Ciò non significa che i romani comuni non si facessero tatuaggi. Molti di loro lo facevano regolarmente, soprattutto durante il servizio militare. Comunque, una volta che questi iniziavano a salire di grado, spesso preferivano consultare un medico per rimuovere i loro tatuaggi. Dai racconti antichi, pare ci fosse un prospero mercato per la rimozione dei tatuaggi. Ciò a dimostrazione del fatto che i cittadini romani effettivamente si facevano tatuaggi, nonostante tale pratica venisse considerata barbara.

Durante l’antica Roma, gli schiavi erano considerati come proprietà e spesso venivano contrassegnati in modo permanente attraverso tatuaggi o marchi. Solitamente, i tatuaggi venivano eseguiti sulla fronte in modo da renderli facilmente visibili.
Inoltre, gli schiavi venivano anche tatuati in risposta alle leggi dello stato. Per fare un esempio, i venditori che esportavano schiavi erano obbligati a tatuarli con la dizione “tasse pagate”, per indicare il pagamento delle imposte di esportazione.

Numeri romani tatuaggio sul collo
Numeri romani tatuaggio sul collo- @adi_inc

I prigionieri condannati erano spesso tatuati sulla fronte con un segno che indicava il loro status di detenuti. Lo erano soprattutto quelli destinati a lavorare nelle miniere o in altre forme di lavoro forzato. I gladiatori, che includevano sia criminali e schiavi condannati che Barbari portati a Roma per intrattenimento, erano conosciuti per i loro tatuaggi. Molti gladiatori decoravano il loro volto con immagini che si pensava fornissero loro forza o protezione. Alcuni, quindi, erano dediti anche utilizzare i tatuaggi come mezzo per spaventare o intimidire gli avversari.

I soldati romani, che costituivano la maggior parte dei cittadini romani praticanti dei tatuaggi, usavano i tatuaggi per rappresentare il loro grado o affiliazione. Inoltre, tatuavano il corpo per commemorare battaglie importanti o dimostrare coraggio estremo. Anche se il volto era la parte del corpo preferita per i tatuaggi, i soldati tendevano a decorare tutto il corpo, inclusi le mani.

Numeri romani tatuati di colore rosso
Numeri romani tatuati di colore rosso-@unbroken.crue

I mercenari, sebbene tecnicamente fossero individui liberi, venivano spesso tatuati per identificarli come “veri” soldati romani e per poterli facilmente distinguere.
Questo veniva fatto come misura di sicurezza, considerando che i mercenari avevano la tendenza ad abbandonare la battaglia quando la situazione si faceva difficile. I tatuaggi permettevano ai soldati romani di sapere a chi potevano fidarsi e di rintracciare i disertori con maggior facilità.

I primi cristiani, insieme ad altri gruppi religiosi, utilizzavano i tatuaggi come segno di identificazione di gruppo e di fede. Ad ogni modo, l’imperatore Costantino vietò i tatuaggi facciali, obbligando gli schiavi e i prigionieri condannati a farsi tatuare sulle gambe o sulle mani. Un po’ di tempo dopo, la Chiesa cristiana, guidata dal Papa dell’ epoca (Papa Adriano), vietò completamente la pratica del tatuaggio. Nonostante l’ avversione culturale dei romani verso i tatuaggi, molte persone continuavano a farsi tatuare, nonostante le restrizioni religiose imposte dall’ alto.

Impostazioni privacy